alberghi a Venezia boutique hotel Venezia
News

All’art hotel Liassidi Palace l’arte moderna e contemporanea trovano la loro casa, l'hotel è infatti anche uno splendido spazio espositivo in cui vengono organizzate manifestazioni culturali e mostre d'arte e il cui cuore si trova nello splendido salone al primo piano in cui le atmosfere raffinate e cosmopolite della Venezia cinquecentesca avvolgono le opere di artisti di levatura internazionale e di giovani artisti emergenti di scuola veneziana e internazionale.

Liassidi Palace Hotel sposa la vocazione artistica di Venezia città d’arte e capitale della cultura mondiale, il soggiorno da noi è la miglior occasione per assistere a eventi unici, come gli spettacoli in programma al Teatro La Fenice, le esposizioni temporanee e permanenti di storici musei e celebri gallerie, la Mostra Internazionale del Cinema e le opere della Biennale d’Arte.

Arte ed Eventi: lista completa

14. Mostra Internazionale di Architettura

La 14. Mostra Internazionale di Architettura si svolgerà dal 7 giugno al 23 novembre 2014 ai Giardini e all’Arsenale (vernice 5 e 6 giugno) nonché in vari luoghi di Venezia.

 
Il tema scelto da Rem Koolhaas per la 14. Mostra Internazionale di Architettura è:  
Fundamentals
 
Rem Koolhaas ha dichiarato: “Fundamentals sarà una Biennale sull'architettura, non sugli architetti. Dopo diverse Biennali dedicate alla celebrazione del contemporaneo, Fundamentals si concentrerà sulla storia - sugli inevitabili elementi di tutta l'architettura utilizzati da ogni architetto, in ogni tempo e in ogni luogo (la porta, il pavimento, il soffitto, etc.) e sull'evoluzione delle architetture nazionali negli ultimi 100 anni. In tre manifestazioni complementari - che si svolgeranno al Padiglione Centrale, all’Arsenale e nei Padiglioni Nazionali – questa retrospettiva darà luogo a una rinnovata comprensione della ricchezza del repertorio di fondamenti dell’architettura, che attualmente sembra essere esaurito.
 
Nel 1914 aveva senso parlare di architettura “cinese”, architettura “svizzera”, architettura “indiana”. Cent'anni dopo, sotto la pressione di guerre, regimi politici diversi, molteplici condizioni di sviluppo, movimenti architettonici nazionali e internazionali, talenti individuali, amicizie, traiettorie personali casuali e sviluppi tecnologici, le architetture che un tempo erano specifiche e locali sono diventate intercambiabili e globali. Sembra che l'identità nazionale sia stata sacrificata sull'altare della modernità.
 
Grazie al decisivo vantaggio di poter avviare i lavori con un anno di anticipo rispetto al consueto programma della Biennale, speriamo di utilizzare questo tempo in più per introdurre un certo livello di coordinamento e coerenza tra le Partecipazioni Nazionali. Idealmente ci piacerebbe coinvolgere tutti i Paesi rappresentati su un unico tema –Absorbing Modernity: 1914-2014 – e indurli a mostrare, ciascuno a modo proprio, il processo di annullamento delle caratteristiche nazionali a favore dell'adozione su scala quasi universale di un singolo linguaggio moderno all'interno di un singolo repertorio di tipologie.
 
La prima guerra mondiale - l'inizio della globalizzazione moderna - funge da punto di partenza delle diverse narrazioni. La transizione verso ciò che sembra essere un linguaggio architettonico universale è un processo più complesso di quanto solitamente riconosciuto, poiché coinvolge significativi incontri tra culture, invenzioni tecniche e modalità impercettibili di restare "nazionali". In un'epoca di universale utilizzo di google research e al tempo stesso di appiattimento dalla memoria culturale, è essenziale per il futuro dell’architettura far riemergere e mostrare questi racconti.
 
Raccontando in modo cumulativo la storia degli ultimi 100 anni, le mostre che si svolgeranno all'interno dei Padiglioni Nazionali daranno luogo a una panoramica globale dell'evoluzione dell'architettura verso un'unica estetica moderna e, allo stesso tempo, sveleranno all’interno della globalizzazione la sopravvivenza di caratteristiche e mentalità nazionali uniche che continuano a esistere e fiorire all’interno delle culture individuali, anche con l’intensificarsi della collaborazione e dello scambio internazionali...”.


Martedi 28 Maggio 2013





Maestro Fabio Farnasier: www.lu-murano.it


 

Member of:
slh
Recommended by
Liassidi Palace Hotel | Castello, Ponte dei Greci 3405, 30122 Venice, Italy | Tel.: +39.041.5205658 Fax: +39.041.5221820
VAT no. 03314950274 | info@liassidipalacehotel.com